Project Description

Chiesa parrocchiale di Novigrad

L

a parrocchia si menziona per la prima volta nel 1018 sotto il nome Dobra. La chiesa parrocchiale pittoresca porta il titolo Assunzione della Beata Vergine Maria ed e’ una delle piu’ antichecostruzioni nella zona di Karlovace uno dei suoi simboli. Si rammenta nel elenco delle chiese parrocchiali nello Statuto del capitolo dei canonici del 1334, ed e’ stata cosacrata dal vescovo Massimiliano Vrhovec il 20 luglio del 1823. La chiesa e’ sotto la protezione del Ministero di cultura della Reppublica di Croazia, come monumento di cultura di categoria zerro.
Il santuario e’ statto costruito nel 15. secolo nello stile gotico d’ arcata di croce costoluta. Piu’ tardi e’ stata agggiunta una navata, nel 1781 baroccizzata.Il bano Ladislao Pejačević (governatore di provincia) ha dato di piastrellare la chiesa con delle piastre di pietra.
In agosto del 1182 sono state gettate le fondamenta per l’ odierno campanile alto 25m, e in novembre dello stesso anno hannosuonato le campane del nuovo campanile.
Le finestre dietro l’ altare principale sulle pareti della navata sono ornate con delle invetriate donate dai fedeli d’ America (1914 e 1969)e di Amalia nob. Sladović (1914. godine). L’ altare principale di Santa Maria del 1914 con il tabernacolo e’ ornato con delle figure dei quattro evangelisti e la scultura diSanta Genitrice Maria dal 16. secolocome pure con delle sculture di Sant’Anna e San Gioacchino dal 18. secolo.

Ci sono ancora due altari laterali: l’ altare con la pala di San Elia,opera di A. Haffner del 1909 ed altare conla pala di Sant’ Antonio Eremita, opera di Krombacha del 1911. Sull’ altare di Sant’ Antonio si trovano le statue di Santa Lucia e Sant’ Apolonia, e sul altare di San Elia si trovano le statue dei Santi Floriano e Valentino.Vicino all’ altare di Sant’ Antonio Eremita c’e’ un pulpito di legno, barrocizzato del 1792.??Accanto all’ altare di San Elia si trova una scultura lignea di Madonna senza peccato – protetrice della Parrrocchia , coll’ iscrizione che invoca la sua protezione sul popolo croato – dono dei fedeli d’ America del 1916.
La Passione del Salvatore e’ reffigurata sui 14 quadri della Via crucis – olio sulla tela alla fine del 19. secolo.
L’ organo e’ opera del noto maestro da Maribor – Jozef Brandl all’ inizio del 20. secolo.
Sullo spazio davanti alla chiesa fu’ una volta ili cimitero, percio’ lo si chiama ancor ‘ oggifino „cimitar“ secondo il verbo latino: coemeterium.